mercoledì

La dieta di Okinawa (Giappone) contro tumore al seno e alla prostata

L'isola di Okinawa, in Giappone, vanta numerosi record. Gli abitanti sono tra i più longevi del mondo e sono praticamente sconosciuti i tumori.

I campi arati del mare
Ingrandisci la foto
I campi arati del mare. A Okinawa, le alghe sono parte integrante della dieta, come un tempo sulle sponde del mediterraneo.Se vuoi vincere il tumore al seno (o alla prostata se sei un uomo) meglio trasferirsi nell'isola di Okinawa dove queste due patologie sono quasi sconosciute. Alla base di questa "protezione naturale" c'è la dieta a base di verdura e la regola confuciana dell"hara hachi bu": mai riempire lo stomaco oltre l'80%.
Ecco le regole da seguire per una dieta okinawana.

• Riduci le calorie della tua dieta del 10-12% (non sentirti mai completamente sazio, ma solo all’80%).

• Sostituisci il caffè con il te verde e bevine almeno 3 tazze al giorno.

• Inizia con almeno 4 porzioni al giorno di verdura di stagione ma devi arrivare ad almeno 6: almeno 5 porzioni la settimana devono essere di crucifere (cavoli di ogni tipo, broccoli, e tutti gli altri cibi ricchi di sulforafani che sono anti-cancerogeni).

• Fai il pieno giornaliero di licopene con meloni, uva rosa e pomidoro.

• Usa riso integrale scuro invece di quello bianco raffinato privato del germe. Se hai poco tempo per cucinarlo, mettilo a bagno per mezza giornata prima di metterlo in pentola.

Foto Paragrafo
Ingrandisci la foto
Seiryu Toguchi, 104 anni, vive completamente da solo nel villaggio di Motobu a Okinawa. Autosufficiente, fa 2/3 minuti di esercizi al mattino, legge il giornale e cura il giardino. "La buona cucina e gli esercizi sono la ragione per cui mi alzo ogni mattina" racconta.• Evita i fritti e i cibi fatti con farina bianca e il riso bianco ordina invece pesce e verdura.• Aggiungi alghe in insalate, zuppe, e provane di vari tpi: wakame, kombu, hijiki, arame, dulse.

• I funghi hanno proprietà anticancro, provane di vari tipi.

• Due porzioni al giorno di cibi derivati da soia non lavorata: tofu, fagioli di soia, tampeh e miso. Evita i cibi a base di prodotti di soia lavorati comprese polvere di proteine di soia, pillole di isoflavoni, cereali alla soia, barrette energetiche alla soia.

• Ricava i grassi necessari e la vitamina D dal pesce (una porzione da 85 grammi la settimana di pesce).

• Mangia carne di maiale e di altri mammiferi in moderazione e prima elimina il grasso visibile. Quando possibile acquista carne di animali allevati al pascolo.

• Fa attività aerobica (marcia, ciclismo, sci di fondo, corsa) per almeno 30 minuti al giorno per minimo 4 giorni la settimana, meglio tutti i giorni.

• Evita i dolci e sostituiscili con cibi dolcificati con la frutta, o con macedonie.

• Partecipa alla vita della comunità, e stimola il tuo cervello imparando continuamente cose nuove.
fonte:http://www.focus.it/Salute/speciali/Le_ricette_per_stare_meglio_245665_225665_236665_9855545_455_6.aspx