martedì

NUOVO FARMACO CONTRO EIACULAZIONE PRECOCE


Un farmaco specifico per contrastare al bisogno l'eiaculazione precoce (Ep). E' stato presentato a Rimini al Congresso della Societa' Italiana di Urologia (Siu). Si tratta di un problema secondo le cifre fornite al congresso che interessa il 20% dei maschi adulti italiani. ''L'eiaculazione precoce causa stress, disagio, imbarazzo, frustrazione, ansia, scarsa autostima, rabbia, insoddisfazione sessuale e difficolta' nel rapporto di coppia - ha spiegato il Professor Vincenzo Mirone, presidente della Societa' Italiana di Urologia - e non puo' essere sottovalutato. E' necessario che i pazienti comprendano che non ci si deve colpevolizzare; la soluzione ora esiste, e' un problema risolvibile''. Il farmaco, a base di dapoxetina, agisce sui livelli di serotonina, un neurotrasmettitore che controlla l'eiaculazione e la risposta sessuale maschile. ''Studi recenti hanno messo in luce l'associazione tra eiaculazione precoce e ridotti livelli di serotonina - ha spiegato ancora Mirone -. Pertanto, un aumento di serotonina a livello del sistema nervoso centrale e' in grado di inibire l'eiaculazione ritardandola''. ''Per la gran parte degli uomini - ha concluso Mirone - l'Ep e' un problema taciuto. Non lo condividono con la partner ne' tanto meno con lo specialista. Questo farmaco ora consente di avere un efficace strumento per aiutare i maschi italiani a parlare del problema''.(ANSA).
fonte:http://www.unita.it/newsansa/54957/medicina_nuovo_farmaco_contro_eiaculazione_precoce