domenica

"GenitoriPiù", 7 azioni per la salute dei bambini


Prende il via nella Asl di Sassari la campagna di formazione degli operatori relativa a “Genitoripiù, campagna di promozione della salute nei primi anni di vita, prevenzione attiva e vaccinazioni”. “Genitoripiù” è la campagna di comunicazione avviata dal ministero della Salute che, rivolgendosi ai genitori, li vuole veri protagonisti della salute dei propri figli, fin dal concepimento e dai primi giorni di vita del bambino. La campagna è promossa dal ministero della Salute ed è realizzata in collaborazione con la Regione Veneto (dove è già stata realizzata), la Federazione italiana dei medici pediatri e l’Unicef. Il messaggio della campagna è semplice ed è basato sulla conoscenza di "sette semplici azioni", che i genitori possono autonomamente attuare, di dimostrata efficacia per prevenire malattie, malformazioni, traumi, incidenti, obesità, infezioni ma anche difficoltà cognitive e relazionali.

L'obiettivo della campagna è quello di sensibilizzare la popolazione, in particolare i futuri genitori e i neogenitori, le mamme, le gestanti, ma anche i pediatri di libera scelta e i medici di famiglia sugli strumenti di promozione della salute e sulle principali cause di mortalità nel primo anno di vita del bambino, attraverso sette semplici azioni di comprovata efficacia.

Queste le “Sette semplici azioni” che vengono promosse con la campagna: Prendere per tempo l’acido folico: «Pensate al vostro bambino ancora prima di concepirlo: l’acido folico è una vitamina che assunta prima del concepimento e durante i primi tre mesi di gravidanza può prevenire importani malformazioni quali: Spina bifida, anencefalia, labiopalatoschisi, malformazioni congenite del cuore, dell’apparato urinario, scheletrico ecc. La sua assunzione è sicura».

Non fumare in gravidanza e davanti al bambino: «Proteggete il vostro bambino dal fumo: fumare in gravidanza mette a rischio la sua salute. Anche il fumo passivo è particolarmente dannoso quando è ancora piccolo: non consentite che si fumi in casa o vicino a lui. Non fumare durante la gravidanza permette di evitare il basso peso neo natale, la prematurità, la mortalità perinatale, e la sindrome della morte in culla (SIDS)».

Allattarlo al seno: «Allattate al seno il vostro bambino. l’allattamento al seno è il gesto più naturale che c’è e il latte materno è l’elemento più completo nei primi sei mesi di vita. Il vostro bambino non ha bisogno di altro. Continuate poi ad allattarlo, anche oltre l’anno e più. Il latte materno protegge da molte malattie, sia da piccolo che da grande, come ad esempio infezioni gastrointestinali, delle prime vie respiratorie, dalla SIDS, dall’obesità. dallo sviluppo di difficoltà cognitive e relazionali».

Metterlo a dormire a pancia in su: «Mettete il vostro bambino a dormire sempre a pancia in su: è la posizione più sicura. Insieme all’allattamento e alla protezione dal fumo aiuta a prevenire la morte in culla (SIDS). E’ importante anche mantenere la temperatura ambiente intorno ai 20° e non coprirlo troppo». Proteggerlo in auto con il seggiolino: «In auto utilizzate sempre il seggiolino di sicurezza anche per tragitti brevi. Assicuratevi che sia a norma di legge: idoneo per il suo peso, di dimensioni appropriate e montato correttamente».

Fare tutte le vaccinazioni consigliate: «Vaccinare il vostro bambino significa proteggere lui e gli altri bambini da tante malattie infettive. Alcune sono molto pericolose e, grazie alle vaccinazioni, oggi sono sotto controllo». Leggergli un libro: «Trovate il tempo per leggere con il vostro bambino: sentirvi leggere un libro ad alta voce gli piacerà tantissimo e svilupperà il suo sviluppo cognitivo e relazionale. Potete cominciare già a sei mesi».

fonte:notizie.alguer.it