giovedì

DA PELLE DELLE RANE ANTIBIOTICI CONTRO SUPER-BATTERI

Dietro ogni rana si nasconde un potenziale principe nel campo della medicina.

Non e' una favola, ma la scoperta che con la pelle degli anfibi si possono ottenere dei potentissimi antibiotici, rimedio contro batteri sempre piu'
resistenti ai farmaci tradizionali. Ci sta lavorando un gruppo di ricerca dell'Universita' degli Emirati Arabi Uniti che nel corso del 240* Congresso dell'American Chemical Association ha presentato i primi risultati degli studi in corso: 100 sostanze antibiotiche prelevate da oltre 6.000 specie di rane diffuse in ogni angolo del pianeta.
Per esempio, dalla Rana boylii, una specie che rischia l'estinzione, Michael Conlon, che guida la ricerca, e i suoi collaboratori, hanno estratto una sostanza che promette di annientare lo Staphylococcus aureus resistente alla meticillina (MRSA), super-batterio che e' una delle prime cause di infezione tra i pazienti ospedalizzati. ''Cerchiamo di non danneggiare le specie che studiamo - afferma Conlon -, il nostro lavoro e' un richiamo al rispetto della biodiversita'''. Un'altra delle speranze nascoste tra laghi e paludi e' riposta in un farmaco efficace contro l'Iraqibacter, diffuso tra i militari americani di ritorno dal Paese arabo e finora impossibile da debellare con qualsiasi mezzo farmacologico.
noe/cam/lv
fonte:http://www.asca.it/news-SALUTE__DA_PELLE_DELLE_RANE_ANTIBIOTICI_CONTRO_SUPER-BATTERI-944289-ORA-.html