martedì

La salute in rete. Il decologo per valutare l'affidabilità dei siti



Cercare informazioni su internet è un po' come gettare una rete nel mare: insieme ai pesci può venire su di tutto.
Quando si fa una ricerca online si ottengono innumerevoli risultati, ma le informazioni non sono sempre affidabili. Un problema non da poco, soprattutto quando si parla di salute.Le risposte sulla salute dei motori di ricerca
Valutare l'affidabilità delle risposte che si ottengono dai motori di ricerca non è facile, nemmeno per gli esperti. Diverse ricerche si sono proposte di valutare l'attendibilità delle informazioni riguardanti la salute che si trovano in rete, ma i risultati non sono univoci e dimostrano che è molto difficile stabilire dei criteri generali con i quali è possibile navigare in sicurezza. Che fare dunque?

Il primo consiglio è quello di consultare sempre più di un sito, valutando con spirito critico le informazioni trovate.
Prima di prendere decisioni, consultatevi con il vostro medico.

Valutare l'affidabilità dei siti: decalogo
Ecco una serie di domande che è bene porsi nel valutare l'affidabilità di un sito. Usatelo, prima di prendere per oro colato le informazioni che trovate in rete.

Chi sta dietro al sito? Qual è il suo scopo? Chi lo finanzia?
Chi scrive i contenuti? Vengono citate le fonti?
Il testo è comprensibile?
Le informazioni sono date in maniera equilibrata?
Quando si descrive una cura o un intervento sono elencati vantaggi e svantaggi?
Viene dichiarato esplicitamente che le informazioni fornite non sostituiscono la consultazione con il medico?
Sono presenti messaggi pubblicitari?
I link sono a siti istituzionali o a siti commerciali?
Il sito è aggiornato?
Nel caso in cui si richiedono dati personali sono presenti informazioni sul loro trattamento?

fonte:www.altroconsumo.it



19.0