venerdì

Soia anticancro


La soia sembra capace di combattere i tumori grazie al suo composto principale, la genisteina. Secondo uno studio pubblicato sul 'Journal of Clinical Oncology', l'assunzione di 100 grammi di tofu (il formaggio di soia) o di 50 grammi di natto (una pietanza di semi fermentati) fa diminuire il rischio di sviluppare un tumore al seno del 30 per cento. 

Inoltre in un altro studio, su 'Cancer Research', la genisteina, a dosi simili a quelle assunte da chi consuma soia abitualmente, negli animali è in grado di abbattere del 96 per cento la formazione di metastasi polmonari del tumore 

della prostata. Per favorire il consumo di una giusta quantità di soia (che non deve essere in eccesso perché in quel caso può far aumentare il rischio di alcuni tumori), un gruppo di ricercatori dell'Università dell'Illinois ha studiato una barretta per la prima colazione che fornisce le quantità giornaliere raccomandate dalla Fda di soia, fibre e proteine, e lo ha riferito sul 'Journal of Food Science'. 

Nella ricetta figurano 6,5 grammi di proteine della soia, 3,5 grammi di altre proteine vegetali e 5 di fibre, pochissimi zuccheri e grassi. E anche chi è allergico potrebbe presto trovare in farmacia alimenti adatti: gli stessi ricercatori hanno scoperto che facendo fermentare la soia con un batterio la carica di allergeni si riduce anche del 99 per cento, perché le proteine allergizzanti vengono spezzate in frammenti che non sono più riconosciuti dal sistema immunitario.

di Agnese Codignola
 
fonte:espresso.repubblica.it