giovedì

Vitamina C




La Vitamina C è essenziale al nostro sistema immunitario, e un potente antissidante, ha azione antivirtale e protegge la cellula e i cromosomi. protegge i vasi e l' elasticità dei tessuti

La vitamina C. è la Vitamina conosciuta perchè è in grado di  curare lo scorbuto e per questo motivo, venne chiamata acido ascorbico.

Tra tutte le vitamine è la più instabile e facilmente viene distrutta:  è solubile in acqua, fotosensibile, termolabile e distrutta dagli agenti ossidanti.


Si trova soprattutto nell’ ipofisi, nelle ghiandole del  surrene, nel cristallino,nel fegato e nel cervello.

A differenza degli animali,  abbiamo perso la capacità di produrre acidoascorbico, e dobbiamo assumerlo attraverso i cibi.

L'assorbimento avviene nell’ intestino tenue e poiché il trasporto attivo è saturabile, l'assorbimento è inversamente proporzionale alla quantità ingerita.

Sintomi da carenza:

Una carenza continuativa di vitamina C. provoca lo scorbuto.

Negli adulti si manifestazioni cliniche sono associate ad emorragie petecchiali,  alle gengive ed agli organi interni, ipercheratosi, facile stancabilità, scarsa cicatrizzazione delle ferite e dolori articolari, depressione e ipocondria. Nei bambini si presenta soprattutto con perdita di peso e di appetito e può essere scambiata per rachitismo.
Inoltre si può verificare un‘anemia secondaria per diminuito assorbimento di ferro e folati.

Tossicità e sovradosaggio.

Non esiste tossicità.

Se presa a forti dosi può causare bruciori gastrici e diarrea.

Funzioni essenziali della vitamina C

-                      La vitamina C interviene nella  sintesi del tessuto connettivo.
-                      Il  sistema immunitario necessita di acido ascorbico.
-                      La vitamina C. è utile alla sintesi della carnitina, ed alla formazione  della tiroxina.
-                      L’ acido ascorbico rientrante nel metabolismo del ferro del rame
-                      nel sistema endocrino favorisce il metabolismo dell’ ossitocina, vasopressina e colecistochinina.
-                      L’ acido ascorbico è coinvolto nel mantenere integri i sistemi microsomiali ( citocromo P 450 dipendenti )
-                      interviene nella conversione del colesterolo in sali biliari
-                      nelle persone affette da diabete si ha una minore disponibilità di questa vitamina

Utilizzo terapeutico della Vitamina C

-                      azione antiossidante: si lega ai radicali liberi inattivandoli ed impedendo la reazione a catena successiva ai processi ossidativi
-                      azione antivirale: aumenta le difese dell'organismo tramite l’ azione stimolante sui leucociti. L’ azione fagocitaria è stimolata dalla sua presenza.
-                      Azioni anti emorragica: l’ efficacia è dimostrata persino contro emorragie causate da farmaci con l’ aspirina.
-                      Azione tonica sul collagene: i componenti del collagene sono  sensibili alla presenza di acidoascorbico.
-                      La vitamina C è utile  per la prevenzione dell'artrosi e dalla perdita di elasticità di molti tessuti, compresi i vasi sanguigni.
-                      Azione antitrombotica e anti sclerotica. Questa azione è correlata all’ effetto sul collagene : I fenomeni trombotici necessitano , per formarsi,  di minuscole imperfezioni dell'endotelio. L’ acido ascorbico aiuta a rigenerare l’ endotelio. L'elasticità e l'integrità dei vasi è legata alla presenza di vitamina C.. Un esperimento ha dimostrato che con 1 g al giorno di vitamina C. diminuisce l’ incidenza dei fenomeni trombosi venosa profondi del 30%.
-                      Azione anti ipercolesterolemica: con  1 g al giorno si può ottenere una diminuzione del colesterolo da 230 a 160 mg in un solo mese. Se il colesterolo è depositato nelle arterie si ha un aumento della tassa ematico indice che la vitamina C. stacca colesterolo dalle pareti arteriosa.
-                      Azione detossificante: L’ acido ascorbico ha eccellenti capacità di chelare sostanze pericolose : metalli pesanti ,il mercurio il cadmio il piombo, gas tossici come il monossido di carbonio e nitriti e nitrati, impedendo la formazione di nitrosamine. L'azione protettive avviene anche nei confronti dell'alcol .
-                      Antistress : lo stress consuma sali minerali e vitamine, tra cui la Vitamina C. La supplementazione è  quindi fondamentale per resistere ad elevati stati di stress.
-                      Effetti collaterali del diabete: i diabetici hanno una cattiva utilizzazione della vitamine C.. Una supplementazione a forti dosi può diminuire fino a 60% le complicanze associate a tale malattia.
-                      Anticancro: Numerosi studi hanno dimostrato l'utilità nella prevenzione del cancro .
-                      Altri studi hanno rilevato un ‘azione anticancerogena diretta

La vitamina c è Distrutta e antagonizzata :

Stress, fumo, gas tossici inquinamento ambientale in genere, farmaci, freddo, eccesso di rame e ferro , bicarbonato di sodio, dialisi.

Interazioni:

La sua efficacia aumenta in associazione ai bioflavonoidi e alle altre vitamine.  l’ associazione con le vitamine A e vitamina  E aumenta l'attività antiossidante. Calcio e magnesio migliorano l'azione della vitamina C. e viceversa.

Avvertenze e precauzioni .

Non  bisogna usare megadosi in persone predisposte a calcolosi ossalica, gotta e cistinuria. In ogni caso va consigliato un adeguato consumo d' acqua pura,in caso di gastrite è meglio usare  la forma tamponata. Se si assumono dose superiore a 1 g non interrompere l'assunzione improvvisamente , ma  ridurre progressivamente la dose. Si può rischiare una sintomatologia equivalente allo scorbuto. Dosi massicce di vitamina C. possono avere attività pro ossidante: evitare megadosi.

Dosaggi Vitamina C

RDA: dai 50 ai 180 mg. In terapia in linea di massima restare 1 g al giorno in piccole dosi suddivise nel corso della giornata.
Nei di terapie più massiccia la dose individuale è quella immediatamente precedente che precede la comparsa di diarrea o alterazione delle feci.

Fonti principali:

Verdure fresche, frutta fresca acida, agrumi, secondariamente patate, fagioli e pomodori.