mercoledì

Non solo celiachia: esiste anche una ipersensibilità al glutine

Non esiste solo la celiachia. Secondo quanto scoperto da un gruppo di ricercatori della School of Medicine dell'Università di Baltimora, guidati da Alessio Fasano, e della Seconda Università degli Studi di Napoli, guidati da Anna Sapone, esisterebbe anche una ipersensibilità al glutine (Gluten Sensivity) che non è la celiachia vera e propria ma può provocare una serie di disturbi al colon.

Secondo i ricercatori la Gluten Sensivity colpisce in Italia circa tre milioni di persone e circa 20 milioni negli Stati Uniti. In altre parole colpirebbe il 5% della popolazione. La Gluten Sensivity avrebbe una causa genetica sulla quale poi si innescano altri fattori alimentari e ambientali.

In cosa si distingue dalla celiachia? Innanzitutto non è diagnosticabile: il soggetto sospetta di essere celiaco e si sottopone agli esami di routine che però risultano essere negativi. Eppure soffre di alcuni disturbi funzionali e al colon e se sospende l’assunzione di glutine si sente meglio. Per gli esperti fino ad ora si è trattato di un effetto placebo: sospendere il glutine dona una immediata sensazione di sollievo.

Ma gli scienziati italo-americani sono certi che l’ipersensibilità al glutine esista e che sia un meccanismo immunitario innato e non causato da danni alla barriera intestinale.

fonte:http://news.paginemediche.it/it/231/la-mela-del-giorno/gastroenterologia/detail_151045_non-solo-celiachia-esiste-anche-una-ipersensibilita-al-glutine.aspx?c1=35