venerdì

La curcuma protegge il fegato

Aggiungere un po' di sapore alle pietanze per la salute del fegato
La curcuma protegge il fegatoDa sempre considerata un toccasana per l’apparato digerente dalla Medicina Ayurvedica – la millenaria scienza medica indiana – la curcumina è stata oggetto di uno studio scientifico da parte dei ricercatori austriaci della Facoltà di Medicina dell’Università di Graz.

Il dottor Michael Trauner, professore di medicina interna, ha pubblicato i risultati del suo studio su “Gut” – una rivista specializzata a cura della British Medical Association (BMA).

La ricerca è stata eseguita su modello animale utilizzando un gruppo di topi geneticamente modificati per sviluppare una infiammazione cronica del fegato. I topi sono stati suddivisi in due gruppi: agli appartenenti al primo gruppo è stata aggiunta la curcumina alla dieta; a quelli appartenenti al secondo gruppo, quello di controllo, è stata fatta seguire unicamente la dieta normale – la stessa dei topi del primo gruppo.

Il test è durato dodici settimane in tutto, al termine delle quali si è potuto constatare che nei topi a cui era stata data l’integrazione con la curcumina si erano significativamente ridotte le cicatrici sulla superficie del fegato e allo stesso tempo si erano ridotti i danni alle cellule. Vi era anche una minore ostruzione dei dotti biliari. I topi appartenenti al gruppo di controllo invece non presentavano miglioramenti.
Ulteriori test di laboratorio sono poi stati condotti sulle cellule presenti nel rivestimento dei dotti biliari dei topi utilizzati nel test.

«Bersagliare queste vie può essere un promettente approccio terapeutico», ha commentato il dr. Trauner che conclude con il supporre che l’intervento della curcumina abbia effetto sulle vie di comunicazione chimica nel processo infiammatorio. Da questa constatazione si possono aprire allentanti nuove strade per la produzione di un farmaco per il fegato.
(lm&sdp)
fonte:http://www.lastampa.it/_web/cmstp/tmplRubriche/Benessere/grubrica.asp?ID_blog=26&ID_articolo=1733&ID_sezione=33&sezione=