venerdì

Suggerimenti pratici per contrastare le allergie primaverili

La primavera è un momento bellissimo.
La maggior parte delle persone attende tutto l’anno per poter tornare a prendere il sole e ammirare lo sbocciare dei fiori dopo il lungo e freddo inverno.
Tuttavia, se soffri di una qualche forma di allergia, la bella stagione potrebbe essere un incubo!
C’è un mondo di allergeni che sono letteralmente in aria!
I pazienti affetti da allergie possono essere sensibili ai pollini, alle muffe, alla polvere e ai peli di animali.

Gli altri sintomi possono essere presenti singolarmente o associati nei casi più gravi, soprattutto in quelle persone che presentano allergie stagionali da molti anni può esserci, anche una complicanza asmatica.
I sintomi possono essere classificati nel seguente modo:
Sintomi respiratori: respiro affannoso e accorciato, senso di soffocamento, tosse, gola secca.
Sintomi nasali: starnuti frequenti, secrezioni acquose o naso chiuso, prurito.
Sintomi oculari: arrossamento, prurito, gonfiore, lacrimazione, sensibilizzazione alla luce.
Sintomi cutanei: prurito, gonfiori, arrossamenti.
Chi è predisposto? Non si conoscono ancora i motivi per cui certe persone soffrano di allergie anche se il fatto che ricorra spesso nelle stesse famiglie, ci fa dedurre che vi possa essere una predisposizione genetica.
In medicina cinese la febbre da fieno è considerata come l’espressione di una debolezza energetica polmonare che si viene a scontrare con un’energia eccessiva prodotta dal fegato.
La primavera è considerata come la stagione dei cambiamenti, della rinascita e per questo le persone che sono particolarmente abitudinarie, rigide mentalmente e che si oppongono a questo cambiamento ciclico della vita sono particolarmente predisposti.
Tuttavia, è possibile diminuire in modo significativo i sintomi e, a volte eliminarli.
Scopri come!
Evita a tutti i costi il fumo, gli aromi naturali (miele, propoli), riduci l’uso di medicinali (chi soffre di allergie è infatti più sensibile di altri ai prodotti chimici e per questo può avere una reazione asmatica).
Mentre sei a casa, tieni sempre porte e finestre chiuse. Se devi fare le pulizie, indossa una mascherina per evitare di inalare la polvere.
Se quelle appena descritte sono delle semplici regole comportamentali, che possono esserti di aiuto e nella naturopatia che puoi trovare un valido alleato.
La naturopatia ha un approccio diverso rispetto alla malattia, infatti non è interessata alla malattia in sé, ma piuttosto ricerca le cause che l’hanno scatenata.
Nel caso di allergie da polline è molto importante, comprendere i meccanismi che rendono l’organismo eccessivamente iperreattivo.
Per questa ragione che tutti i trattamenti cercano di contrastare le cause scatenanti.
Fra le sostanze utilizzate nel contrastare le allergie ci sono:
Ribes nigrum: è un ottimo equilibratore del sistema immunitario, la sua azione antinfiammatoria e l’alto contenuto di vitamina C lo rendono uno dei composti fitoterapici più conosciuti per i casi di allergie.
Inoltre un ottimo protettore della retina ed attenua i sintomi oculari.
Viola tricolor: la viola del pensiero è utilizzata per la sua azione depurativa e per le sensazioni di prurito sia al naso che agli occhi.
Ha anche proprietà espettoranti ed emollienti nelle affezioni catarrali delle vie respiratorie.
Aromaterapia matricaria camomilla: la camomilla romana ha un alto contenuto di azulene, sostanza calmante e per questo risulta particolarmente adatta a sedare un fegato “guerriero” oltre a dimostrarsi utile come antinfiammatorio e decongestionante nel trattamento dei sintomi oculari.
Con 2 gocce di olio essenziale in mezzo litro di acqua tiepida è possibile fare delle compresse da mettere sulle palpebre, ripetuto 2-3 volte al giorno aiuta i tuoi occhi a rimuovere le irritazioni, il gonfiore e il rossore.
Nella vasca da bagno come sedativo prima di andare a dormire: 2-3 gocce in acqua tiepida.
Eucalyptus globulus: balsamico, antisettico, espettorante.
Stimola la respirazione e disinfetta l’apparato respiratorio liberando l’organismo dall’eccesso di mucose.
Porta mezzo litro d’acqua in ebollizione, aggiungi 2 gocce di olio essenziale e inala profondamente.
Citrus limon: il limone ha valide proprietà antisettiche oltre ad avere un alto contenuto di vitamine C, B e P.
Nei casi di allergie viene utilizzato soprattutto per rinfrescare, depurare e calmare il fegato.
Può essere utlizzato nella vasca da bagno, 2 gocce di olio essenziale sono un tocca sana, unica precauzione non esporsi al sole dopo l’uso.
fonte:http://www.natura360.it/