lunedì

Sfere di silicone conro le rughe



Un rullo costituito da 55 sfere di silicone che vengono fatte ruotare in particolari direzioni e con precise e differenti velocità: è questa la più innovativa arma contro la cellulite, che compie un anno di vita, e che ora trova applicazione anche contro le rughe. Si chiama micro vibrazione compressiva Endospheres ed è frutto della bioingegneria italiana, sperimentata presso il centro di Patologie Estetiche di Arezzo, diretto dal professor Pier Antonio Bacci, Docente di Flebologia e Chirurgia Estetica all’Università di Siena.

“Le microsfere, fatte scorrere sulle aree affette dalla cellulite, erogano una serie di vibrazioni e di impulsi che stimolano, negli strati più profondi del derma, particolari recettori in grado di riattivare i processi metabolici, favorendo la disgregazione delle cellule di grasso e dei tralci fibrosi tipici della cellulite, migliorando l’attività vascolare e la rigenerazione di nuovi tessuti, rimodellando così il contorno cutaneo” spiega il medico. Già più di ottomila donne sono state trattate con questa metodica in 200 centri medici ed estetici italiani, con un miglioramento della cellulite in oltre l’80% dei casi, senza complicazioni o effetti collaterali.

PER LE RUGHE – Ma come succede a volte in medicina, si osservano effetti collaterali positivi che possono risultare utili contro altre problematiche. E’ successo così per la micro vibrazione compressiva, che si è rivelata utile anche contro l’invecchiamento del volto e del décolleté: pelle opaca e poco tonica, cedimenti, rughe da mimica, date da un’eccessiva contrazione muscolare. “Osservazioni cliniche effettuate presso il nostro Centro di Arezzo hanno evidenziato nei tessuti corpuscoli che funzionano da recettori agli stimoli” spiega Bacci.


“Questi corpuscoli, quando sono leggermente compressi e fatti vibrare, favoriscono un naturale drenaggio linfatico, stimolano la microcircolazione e quindi l’ossigenazione della pelle che ne risulta più nutrita, e favoriscono la produzione di nuove fibre di collagene ed elastina per il recupero della tonicità cutanea, sottocutanea e muscolare”. Il volto, però, è normalmente una parte difficile da trattare, per questo la micro vibrazione compressiva Endospheres si è specializzata, nella versione Face, utilizzando un piccolo cilindro con 60 microsfere di morbido silicone disposte a nido d’ape, per ottenere gli effetti voluti lungo le linee di tensione del volto, particolarmente sulle guance, sul collo e sui tessuti ceduti.

RISULTATI – L’effetto globale è quello di un viso più luminoso, più rilassato, paragonabile a quello delle iniezioni di botulino. Infatti, le sfere, attraverso puntiformi, continue e ripetute stimolazioni sui particolari recettori muscolari, hanno anche la capacità di ridurre l’eccessiva contrazione muscolare. “Tutti i gruppi muscolari trattati subiscono un’azione sedativa sia sulla componente nervosa motoria che sensitiva con conseguente sblocco delle contratture che contribuiscono alla formazione delle rughe” chiarisce il medico. I primi trattamenti, effettuati su 76 persone con cedimenti del volto e del collo, con invecchiamento del decolleté e con rughe da mimica, non hanno evidenziato effetti collaterali significativi, e tutti i pazienti si sono dichiarati soddisfatti. Per allontanare la necessità di lifting, botulino e altri trattamenti più invasivi, sono necessarie 6-8 sedute a cadenza bisettimanale/settimanale a seconda del paziente, della durata media di 30-40 minuti, e successive sedute di mantenimento, a un costo che si aggira tra gli 80 e i 150 euro a seduta.

Di Valeria Ghitti
fonte:http://www.affaritaliani.it