domenica

Canone di Pachelbel - 432 Hz (frequenza benefica)

È possibile disarmonizzare la società, assopendo la coscienza umana, usando il suono come strumento naturale?
Da quando nel 1939 i Massoni (tra cui Wagner e le bande militari russe ed austriache) hanno deciso di usare come frequenza standard per il suono la 441 Hz, la società ha subito gravi sconvolgimenti nella sua interezza.
La frequenza a 441 Hz, usata da radio, cd, mass media e televisioni, è altamente nociva per il nostro cervello e la salute del nostro benessere: questo tipo di vibrazione disarmonica, agisce da portatrice di stress, ansie e patologie di vario tipo.
Al contrario la frequenza a 432 Hz, usata dai più grandi compositori quali Giuseppe Verdi, Mozart, Beethoven e Pink Floyd, risulta essere molto più piacevole e tocca con maggior precisione i punti sensibili del nostro cervello rispetto al diapason, ormai universale, a 440-441 Hz. Agisce infatti da agente rilassante, calmante, meditativo, antistress nonché da deterrente per le più svariate patologie che colpiscono il nostro colpo (dovute, come non è noto, ad una percezione di frequenze negative).