giovedì



Quello che i Governi non ci dicono sui danni provvocati dai vaccini


danni da vaccino“Qualche volta ci sentiamo stupidi, impauriti, siamo in dubbio riguardo a decisioni importanti. Molte volte abbiamo agito dando fiducia agli “esperti in materia”. Di certo lo hanno fatto i genitori dei bambini lesionati o uccisi dalle vaccinazioni. Molti di quei bambini sono ora adulti e hanno difficoltà nella vita e molti non sanno che il loro handicap deriva dalle conseguenze di tali pratiche. Semplicemente l’handicapp non è stato diagnosticato e la giusta causa non è stata attribuita e ora pensano che la loro minore abilità nello svolgere i compiti della vita sia innata. Non lo è, è stata inoculata.
Non è un mondo malvagio, ma alcune volte esseri deprecabili acquisiscono posizioni di potere e per profitto o potere personale permettono che ingenti danni a livello planetario vengano perpetrati.


La vaccinazione è uno di questi.
L’ignoranza è la loro arma, più potente di qualsiasi altra perchè se non sai qual’è il modo giusto di fare le cose commetti errori, hai paura. La paura porta a vivere timidamente come pecore, senza grandi emozioni ne grandi fastidi, nell’indifferenza del resto dei membri del gregge. C’è la tosatura periodica e la vita termina sulla tavola del pranzo pasquale. L’uomo ha delle incredibili capacità e la possibilità di esprimere le più nobili emozioni e gioie, è per natura forte e generoso ma per esprimersi deve essere libero dalla repressione messa in atto facendo persistere l’ignoranza.
L’indole umana potrebbe essere definita “leonina”, ed è di questo che coloro che cercano di mantenerlo nel limbo dell’ignoranza hanno paura. Sanno che per governare centinaia di pecore senza grande impegno basta un pastore assonnato, mentre un domatore per quanto bravo può tenere a bada pochi leoni e non senza rischi. Pensano che sarebbero annientati se l’uomo diventasse consapevole. Ma nella loro stessa ignoranza non sanno che in una società consapevole non c’è motivo alcuno per la repressione.
Ognuno quindi ha il diritto e il dovere di vagliare, confrontare, esaminare le informazioni che riceve e giudicarle in base ai risultati, non in base a chiacchere accademiche. E poi agire di conseguenza, a fianco della verità, se si vuole un mondo migliore.”
- Luciano Gianazza – Don’t you like this world? Change it!

Il Database Governativo Segreto dei Bambini Danneggiati dai Vaccini

Traduzione di Luciano Gianazza – www.medicinenon.it
Il vasto pubblico è essenzialmente ignaro del numero di persone (principalmente bambini) che sono stati permanente danneggiati o uccisi dai vaccini. Infatti, la maggior parte dei genitori sarebbe sorpresa nel sapere che il governo (americano – n.d.t.) ha un database segreto nel computer pieno di parecchie migliaia di nomi di bambini rovinati o uccisi, bambini che erano in buona salute e vivi appena prima dell’assunzione di vaccini. Naturalmente, l’istituzione medica ed il governo federale non rivelano prontamente queste informazioni perché sanno che è probabile che genitori spaventati cerchino altre soluzioni per proteggere i loro bambini. In altre parole i genitori potrebbero pensare a questo argomento da soli e decidere di rifiutare le vaccinazioni.

Il riconoscimento Federale dei Rischi da Vaccini:

Nel 1986, il Congresso ha riconosciuto ufficialmente la realtà delle lesioni e delle morti causate dai vaccini elaborando e pubblicando The National Childhood Vaccine Injury Act (Legge Nazionale sulle Lesioni da Vaccini all’Infanzia – Legge Pubblica 99-660). La sezione di questa legge che riforma le norme di sicurezza richiede ai medici di fornire ai genitori le informazioni sui benefici e sui rischi dei vaccini per i bambini prima della vaccinazione e di segnalare le reazioni ai vaccini ai funzionari federali della sanità. I medici sono tenuti per legge a segnalare i casi ritenuti sospetti di danni da vaccini. Per facilitare e centralizzare questo requisito legale, i funzionari federali della sanità hanno emesso The National Childhood Vaccine Injury Act (VAERS) — a cui si attengono i Centri per il Controllo e la Prevenzione delle Malattie (CDC) e dalla Food and Drug Administration (FDA).
Nel migliore dei casi, i medici dovrebbero attenersi a questa legge federale e segnalerebbero gli eventi avversi che seguono la somministrazione di un vaccino. Tuttavia, la FDA recentemente ha riconosciuto che il 90 per cento dei medici non segnala le reazioni ai vaccini. Hanno scelto di sovvertire questa legge affermando che le reazioni avverse, secondo il loro parere, non sono da collegare alle vaccinazioni.. Infatti, ogni anno fra 12.000 e 14.000 rapporti delle reazioni avverse ai vaccini sono stati fatti alla FDA (dati inizialmente accessibili soltanto con il Freedom of Information Act, la legge sul diritto all’informazione). Queste cifre includono le ospedalizzazioni, danni al cervello irreversibili e centinaia di morti. Considerando che questi numeri possono rappresentare appena il 10 per cento, le vere cifre potrebbero riferirsi in realtà a 140.000 reazioni avverse all’anno. Tuttavia, persino questa cifra potrebbe essere dettata dalla prudenza. Secondo il Dott. David Kessler, il funzionario precedentemente in carica della Food and Drug Administration, “soltanto circa l’un per cento degli eventi seri [ reazioni avverse ai vaccini ] viene segnalato alla FDA.” Quindi, è assolutamente possibile che ogni anno milioni di persone abbiano reazioni avverse ai vaccini obbligatori.
Forse non importa che i medici non segnalino le reazioni ai vaccini, perché il governo federale le ignora. I funzionari del governo dichiarano che il VAERS ha il compito di”documentare” i casi di danni che si sospetti siano danni da vaccini. Non viene fatto nessun tentativo di confermare o negare i rapporti. I genitori non vengono intervistati ed i vaccini che hanno preceduto le severe reazioni non vengono ritirati. Invece, nuove ondate di genitori ignari e di bambini innocenti vengono sottoposti alle nocive iniezioni.

By