mercoledì

Arriva la “Clinica del Sale”: 30 minuti come tre giorni al mare



Aerosol_bimbi

Il mare d’inverno, per i più piccoli. Si trova in una stanza di 40 mq in cui pareti, soffitto e pavimento sono interamente ricoperti da salgemma per garantire un ambiente ipoallergenico. È una vera “Clinica del Sale” quella nata presso il reparto di Otorinolaringoiatria del Policlinico Universitario di Bari diretto da Nicola Quaranta dove ha preso il via una sperimentazione sull'utilizzo dell'"Aerosal”: 30 minuti al suo interno apportano gli stessi benefici di 3 giorni al mare. 


In questa fase il trattamento riguarderà l'ipertrofia adenotonsillare subostruente, l’ingrossamento delle adenoidi che consegue all’infiammazione della tonsilla faringea, comune nei bambini tra 3 e 10 anni, ma che può manifestarsi anche prima.


Attraverso un sistema di aerosol a secco si respirano piccolissime particelle di sale e iodio di dimensioni ideali per raggiungere tutte le sezioni delle vie respiratorie. Iodio e sale sono un toccasana per le adenoidi infiammate. La stanza ha un microclima stabile: un'umidità sempre compresa tra il 40 e 60% e una temperatura tra 18 e 24%.

L’Aerosal non è destinato, tuttavia, solo ai più piccoli e alle affezioni delle alte vie respiratorie. Entro alcuni giorni verrà avviato un trial clinico anche presso l'Istituto Scientifico Universitario San Raffaele di Milano su pazienti che soffrono di psoriasi, coordinato dal primario dell'Unità di Dermatologia e Cosmetolgia dell'ospedale milanese, Santo Raffaele Mercuri.