mercoledì

PRIMI IMPIANTI VALVOLE AORTICHE A TORACE CHIUSO

Primi interventi in Sardegna di impianto di valvola aortica per via percutanea. La tecnica, utilizzata ancora in pochi centri accreditati in Italia, e' meno invasiva per i pazienti che non vengono sottoposti ad un intervento chirurgico a cuore aperto: la valvola, infatti, viene sostituita attraverso un accesso femorale.
A beneficiare di questa metodica innovativa due anziani pazienti di 85 e 87 anni, affetti da stenosi aortica, che sono stati sottoposti all'intervento lunedi' scorso all'ospedale Santissima Annunziata di Sassari. Secondo i medici dell'equipe di cardiologi, cardiochirurghi e cardioanestesisti, ''i pazienti, ricoverati nel dipartimento cuore dell'ospedale, stanno bene''. L'annuncio e' stato dato oggi dal commissario della Asl di Sassari, Paolo Manca, dal primario di Cardiologia e direttore del Dipartimento cuore, Pierfranco Terrosu, dal primario di Cardiochirurgia, Michele Portoghese, e dal responsabile della Cardioanestesia, Guglielmo Padua. Per il paziente - e' stato spiegato - si riducono sia le ore di ricovero nella sezione di terapia intensiva che i giorni di degenza. ''Il nostro punto di forza - ha commentato Terrosu - e' aver formato un team misto, che ha consentito di condividere competenze e di lavorare in sintonia''. L'intervento mini invasivo trova applicazione in modo particolare sui soggetti anziani che soffrono di stenosi aortica, e di altre patologie concomitanti, e per i quali la chirurgia tradizionale costituisce un alto rischio.(ANSA).
fonte:http://www.blogger.com/post-create.g?blogID=7644327495124550338