lunedì

Piante d'appartamento: la salute in un vaso


Sebbene non possa certo dire di avere il pollice verde - ho "ucciso" senza volerlo tre cactus, però, a mia difesa, adduco il fatto che fossero già malaticcie prima di entrare in mio possesso -- ritengo fermamente che le piante siano di giovamento al morale. Non è un caso, infatti, che figurino tra i componenti del feng shui per rendere l'ambiente più armonioso. Attualmente ci sono delle ricerche che supportano questa teoria.

Una recente ricerca pubblicata nel numero dell'Ottobre 2008 della rivista HortTechnology, pubblicata dalla American Society for Horticultural Science, dimostra che le piante sono di aiuto nel processo di guarigione da un intervento chirurgico. Il dipartimento di Studi forestali dell'Università del Kansas ha monitorato 90 pazienti ai quali era stata tolta recentemente l'appendice. Alcuni di loro avevano una pianta nella stanza del ricovero, altri no. 

Ebbene, non ci crederete, ma è risultato che i pazienti ricoverati nelle stanze con le piante hanno dimostrato di patire in misura minore sintomi di ansia, dolore e stanchezza. Inoltre, sono risultati minori la pressione del sangue e il battito cardiaco, senza contare il fatto che la stanza fosse per loro un luogo molto più piacevole.
Sembra infatti che una cosa così semplice come una pianta possa sollevare l'umore dei pazienti, con conseguente diminuizione dei livelli di dolore e stress causato dall'intervento chirurgico. 
Lo studio condotto da Seong-Hyun Park e Richard H. Mattson dimostra che i farmaci prescritti non sono l'unico modo per guarire. Oltre a essere portatrici di bellezza in un ambiente di per sé non proprio allegro, le piante puliscono l'aria degli ambienti ospedalieri. Anche dei fiori possono servire allo scopo, sebbene durino molto meno di una pianta ( a meno che non siate come me e riusciate ad accorciare sensibilmente la durata di vita di una pianta).

Esiste anche un'altra terapia basata sulle piante, chiamata Terapia Orticolturale, che consiste nel far lavorare i pazienti in giardino. Sembra che questa attività liberi dal dolore e dallo stress. A dire il vero, con il dott. Benjamin Rush, fin dal diciannovesimo secolo si parlava dei benefici del giardinaggio in termini di pace e serenità. 

Durante la Seconda Guerra Mondiale questa attività era veramente diffusa, e tutt'ora continua a recare benessere alla vita delle persone. Coltivare un giardino instilla nelle persone la sensazione di prendersi cura di qualcosa e generare vita. Istituti come ospedali psichiatrici, centri di riabilitazione, prigioni, programmi di training e servizi per le tossicodipendenze praticano questo programma con successo.
La ricerca ha dunque dimostrato come queste piccole meraviglie della natura, agendo sulla sfera emozionale del paziente e contribuendo alla cura di disturbi o malattie di varia entità, continuino a essere di importanza fondamentale.
By: Lara Endreszl

fonte:http://it.healthnews.com